Visita all'asilo Arcobaleno - 12 marzo 2011

Andare in basso

Visita all'asilo Arcobaleno - 12 marzo 2011 Empty Visita all'asilo Arcobaleno - 12 marzo 2011

Messaggio Da Marco Rinaldi il Lun 14 Mar 2011 - 16:10

Venerdì 11 Marzo 2011, insieme all’altra mamma, partecipante alla Commissione Mensa, ci siamo recate presso la Scuola Materna, “Arcobaleno” di Rivazzurra, per effettuare un controllo nella cucina.

Siamo arrivate alle ore 07,30, ma abbiamo dovuto aspettare circa mezz’ora in quanto l’orario di apertura della scuola è fissato per le ore 08,00, tranne il martedì e il giovedì che viene aperta alle ore 07,30.

Ci ha accolto il cuoco, e dopo avere indossato grembiuli e cuffia, messi a disposizione direttamente dal Comune, siamo entrate.

La cucina è risultata essere in ordine e perfettamente pulita, con buona lucidatura dei ripiani di lavoro, del bollitore per la pasta, del lavello, dei pavimenti ecc.

All’ingresso della cucina vi sono appese tutte le tabelle dietetiche, con indicazione delle diete speciali, per i bambini celiaci ed intolleranti all’ uovo, vi sono inoltre appese le tabelle con l’indicazione dei giorni in cui vengono effettuate le pulizie dei vari frigoriferi, del forno, delle finestre e porte di ingresso e della dispensa, in modo ben visibile ed accessibile a tutti.

Il cuoco ci ha seguito ed ha risposto a tutte le ns. domande, mentre la cuoca iniziava a preparare la frutta , lavandola in appositi contenitori, che sarebbe stata servita a metà mattina ai bambini; (nello specifico pere e Kiwi).

Ci è stato mostrato dove gli alimenti per intolleranze vengono riposti, chiusi in appositi sacchetti per evitare la contaminazione con altri cibi, in un ripiano separato, in cui viene tenuto anche l’olio, sempre per far sì che non venga a contatto con gli altri alimenti, così come è dedicato il forno ed uno scomparto in frigorifero con gli appositi contenitori.

La dispensa risulta essere abbastanza fornita, con una discreta quantità di scorta di vari alimenti; abbiamo notato inoltre che la pasta per la preparazione del primo piatto, viene usata sia biologica e non, per certi tipi di formato, in quanto a detta del cuoco non scuoce ed è più buona;
l’olio extra vergine sia biologico e non, sempre per il discorso che alcuni bimbi lo preferiscono non biologico per il sapore non troppo forte, ma comunque di provenienza di Comunità Europea e non DOC;

latte biologico, farina bianca non biologica, sale iodato.

Nel congelatore la maggior parte delle verdure sono della Ditta “Almaverde Bio”, tranne i fagiolini, e anch’essi riposti ordinatamente per scomparti.

Abbiamo visionato la bolla di consegna del pane del giorno prima che arriva da un panificio della zona, certificato Bio, cosi come il parmiggiano reggiano in pezzi e biologico, le uove intere, conservate in frigorifero in apposite scatole.

Il pesce surgelato conservato in scatole chiuse e in un ripiano a parte con apposta l’etichetta di rintracciabilità del prodotto, provenienza, modo di conservazione, temperatura ecc.

Tutte le etichette vengono raccolte e conservate per una settimana, in un raccoglitore,in modo da avere la rintracciabilità dei prodotti usati giornalmente.

Le maestre hanno terminato di compilare la scheda di valutazione per la parte che riguarda la distribuzione del pasto indicando la temperatura del cibo, la porzione e la cottura, giudicando tutto buono.

Anche per noi mamme giudizio finale buono.

Grazie per l’attenzione dedicata.

Debora Fermi “Arcobaleno” 14.03.2011


Marco Rinaldi
Marco Rinaldi

Numero di messaggi : 53
Data d'iscrizione : 22.06.09

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum